Blog

Essere mamma e dottoressa ai tempi del Covid

Vi presento Cristina, la mia amica di una vita e allo stesso tempo vi presento la Dottoressa Nocelli, dirigente medico in Pneumologia.

Come mai?

In questo ultimo periodo il tema principale trattato da tg, radio, chat whatsapp, videocall ecc… è stato il Covid e a dire il vero lo è ancora. Su vivereapois ne ho parlato pochissimo perché volevo trovare un modo speciale per farlo e credo proprio di averlo trovato: intervistare Cristina!

Perché ho scelto lei? Beh… perché è una donna, una mamma, una moglie, un medico e una mia carissima amica 😉

Ecco cosa mi ha raccontato!

Ciao Cristina, ci conosciamo praticamente da sempre, dai tempi del Catechismo, e di strada ne hai fatta! Sin dalle elementari il tuo sogno nel cassetto era quello di diventare Medico e, dopo anni di studio e sacrificio, ci sei riuscita! Ci racconti cosa ha significato per te raggiungere questo traguardo?

È vero, diventare medico credo sia stato il solo obiettivo, o uno dei pochi, che ho perseguito fin da bambina senza mai mollare. Riuscire a coronare questo sogno, non lo nego, mi ha regalato una grande soddisfazione. Ho lavorato duramente per raggiungere questo traguardo e adesso mi piace svegliarmi la mattina per fare quello che voglio da sempre.

  • Come riesci a districarti tra gli impegni da moglie/medico/mamma?

Ecco, l’altro obiettivo della mia vita era quello di creare una famiglia. Non avevo fatto bene i conti però con il fatto che conciliare lavoro e famiglia non è sempre facile. Il mio lavoro occupa molto tempo e, anzi, spesso sono costretta a dedicargliene meno di quello che vorrei per non togliere ulteriore spazio ai miei bambini. Non sempre riesco ad accordare le due cose senza fatica e sensi di colpa e questo può diventare motivo di stress e stanchezza. Credo, però, che la vita sia fatta di scelte e priorità e che se queste si hanno bene a mente, una soluzione si trova sempre. E poi, per mia fortuna, posso contare sull’aiuto indispensabile di marito, nonni e zii.

  • Ti va di raccontarci in poche parole come hai vissuto il periodo Covid 19 e come lo hai raccontato ai tuoi figli di 4 e 7 anni?

Il periodo COVID 19 è stato davvero un periodo molto difficile e descriverlo senza diventare prolissa e retorica non è semplice. Io e mio marito siamo entrambi impegnati nel settore sanitario e questo, chiaramente, ci ha reso più esposti e vulnerabili. Da subito abbiamo cercato di salvaguardare le persone a noi più vicine, in particolare i nonni, tra tutti i più a rischio. Questo, però, ha significato allontanarci nostro malgrado da loro, dovendo così fare a meno della loro vicinanza e del loro aiuto. E non è stato piacevole, per più ragioni.

Con i bambini siamo stati chiari e sinceri. Abbiamo spiegato, senza troppo allarmismo ma senza superficialità, che a causa di un virus contagioso saremmo dovuti stare a casa per un po’, per stare più al sicuro e che sarebbe stato meglio evitare baci e abbracci - per la felicità del bambino più grande che odia ogni forma di contatto eccessivo!-

Entrambi hanno dovuto cambiare notevolmente le loro abitudini: niente giochi nei parchi all’aperto, niente attività sportive, niente amici a casa e, soprattutto, niente scuola; solo compiti e didattica a distanza. Non credo sia stato semplice per loro, ma si sono fidati di me e del papà e come piccoli adulti hanno rispettato tutte le regole che gli abbiamo imposto. Non è stato sempre facile gestire le emozioni, le loro e le nostre, ma i bambini sanno adattarsi meglio di noi ai cambiamenti… e comunque ora si stanno godendo tutte le promesse che ci hanno estorto durante la quarantena. E come non ripagarli dei sacrifici fatti?!

  • Cosa sogni per il futuro dei tuoi piccoli?

Ai miei bambini auguro libertà. Spero per loro che possano essere sempre liberi. Liberi di scegliere, di esprimersi. Che siano liberi dai pregiudizi e dai preconcetti. Credo che questo sia il primo passo verso la felicità.

Cristina, o come ti chiamo io… Befy 😊 Grazie per aver condiviso con me e con le lettrici di vivereapois.com un po’ della tua vita. Per quello che conta, io sono davvero fiera di te e orgogliosa di essere tua amica 💓

 

Imgs by_freepik.com

 

CONDIVIDI
Moi

Sono Francesca, mamma, moglie, figlia, sorella e amica.

Amo scrivere, leggere, guardare serie tv, andare al cinema, parlare, parlare, parlare e... ridere!