Blog

La tiella

Così soprannominato dalle mie parti… questo piatto può essere facilmente declinato nella versione veggie e vegetariana 😊

Allora… aprite il frigo e lasciatevi ispirare da tutti gli avanzi di verdura che avete! Io vi riporto di seguito la mia versione, ma potete farla davvero con quello che preferite 😊 questa è una ricetta noruels but fantasy!

COSA SERVE (per 2 persone)

  • 3 fettine di petto di pollo
  • 2 zucchine
  • 1 patata media
  • 1/3 di cipolla
  • 5 pomodorini
  • ½ carota
  • 1 peperone
  • olio
  • q.b. sale
  • vino bianco a piacere
  • q.b. pepe nero
  • rosmarino a piacere

COSA FARE

Vi racconto la versione dedicata ai carnivori. E vi anticipo che la ricetta è rapidisssssssssima da preparare. Poi bisogna aspettare la cottura!

Prepariamo le fettine di petto di pollo tagliandole a bocconcini, se preferite potete lasciarle anche intere e sostituirle con altro tipo di carne come quella di tacchino o di manzo.

Tagliamo le verdure a quadratini, il bello di questa preparazione è che non bisogna fare dei tagli perfettamente identici 😊

Predisponiamo le verdure in un tegame antiaderente (io ne ho utilizzato uno nuovissimo firmato Alessandro Borghese che mi è stato regalato, ma con la carta forno potete usarne anche uno che avete da un po’) e annaffiamo con vino bianco e olio. Condiamo le verdure con sale, pepe e rosmarino ed inforniamo per 40/45 minuti a 180° - forno statico.

Trascorsi i 20/25 minuti possiamo aggiungere la carne e far continuare a cuocere per altri 15 minuti necessari al petto di pollo per rosolarsi al punto giusto.

Io adoro questo piatto quando diventa quasi bruciacchiato e per raggiungere questo effetto, lo tengo in forno fino a quando la carta forno diventa super abbronzata!

Se siete golosi come me… una volta tirata fuori dal forno potete gustare la tiella con delle croccanti bruschette di pane e un buon bicchiere di vino (dopo la gravidanza mi è finalmente concesso 😊).

CONDIVIDI
Moi

Sono Francesca, mamma, moglie, figlia, sorella e amica.

Amo scrivere, leggere, guardare serie tv, andare al cinema, parlare, parlare, parlare e... ridere!